Tag: corona virus

Blog

SI APRONO LE PORTE ALLO SPETTACOLO

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] di Massimo Longo [/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text] Il Consiglio dei Ministri approva documento per la ripartenza Protocollo e regole aggiornate, concessi: pranzo, cena e buffet, spazio di almeno 1 metro tra le persone, tutto nel Documento di Economia e Finanza 2021 approvato [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] La ripartenza dopo il lockdown mascherato e dal nome “zona rossa” entrato in vigore da un certo punto in poi per tutta l’Italia nelle ultime settimane, con rare alternanze in zona arancione per poche regioni, sembra essere imminente. Ieri in Parlamento è stata approvato il Testo del Documento di Economia e Finanza 2021 che prevede le regole e i protocolli da osservare per le attività che ritorneranno ad aprire. Nel documento non si parla nello specifico dei matrimoni e ricevimenti collegati a esso, ma indirettamente si potrebbe dedurre che anche le cerimonie potranno riprendere. Nel documento messo a punto dal Consiglio dei Ministri e che dovrebbe essere reso ufficiale a breve, si apprendono tra le altre cose le modalità di riapertura dei ristoranti. Le misure di contenimento di contagio verranno applicate per ogni tipo di struttura ricettiva, anche se collocate all’interno di stabilimenti balneari e nei centri commerciali ad esempio, nonché per l’attività di catering. Verranno consentite aperture sia per il pranzo, che della cena e resteranno tali anche in scenari epidemiologici definiti ad alto rischio, purché integrate con strategie di screening/testing, anche in auto somministrazione. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Nuove misure da osservare [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”15472″ img_size=”large” alignment=”right” qode_css_animation=””][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text] Tra le misure da osservare, troviamo le seguenti: Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C Rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno Adottare misure al fine di evitare assembramenti al di fuori del locale e delle sue pertinenze negli esercizi che somministrano pasti, privilegiare l’accesso tramite prenotazione e mantenere l’elenco dei soggetti che hanno prenotato per un periodo di 14 giorni. È comunque consentito l’accesso, anche in assenza di prenotazioni, qualora gli spazi lo consentano, nel rispetto delle misure di prevenzione previste. In tali attività non possono essere continuativamente presenti all’interno del locale più clienti di quanti siano i posti a sedere. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] In tutti gli esercizi: Disporre i tavoli in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso (estendibile fino a 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio) e di almeno 1 metro di separazione negli ambienti all’aperto (giardini, terrazze, plateatici, dehors), ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale. Detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tali distanze possono essere ridotte solo con barriere fisiche di separazione I clienti dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie in ogni occasione in cui non sono seduti al tavolo favorire la consultazione online del menu tramite soluzioni digitali, oppure predisporre menu in stampa plastificata, e quindi disinfettabile dopo l’uso, oppure cartacei a perdere al termine di ogni servizio al tavolo, assicurare pulizia e disinfezione delle superfici laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici, dehors), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro Concesso il buffet Sarà possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per clienti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie. La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. In particolare, la distribuzione degli alimenti dovrà avvenire con modalità organizzative che evitino la formazione di assembramenti anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali. Dovranno essere altresì valutate idonee misure (es. segnaletica a terra, barriere, ecc.) per garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro durante la fila per l’accesso al buffet. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Cinema e Teatri Nel testo si leggono inoltre le modalità di ripartenza anche per cinema e teatri che dovranno riorganizzare gli spazi per garantire l’accesso in modo ordinato al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Le prime aperture dovrebbe scattare dal 26 aprile e considerato che dall’11 giugno si tornerà allo stadio in occasione della partita Italia-Turchia, tutto fa supporre un graduale ritorno alla normalità. Con il ritorno dei tifosi sugli spalti, dovrebbero ripartire anche concerti e spettacoli dal vivo, con il 25-30% della capienza. Dopo il monitoraggio atteso per oggi, il premier Draghi potrebbe tenere una conferenza in cui darà alcune indicazioni sul piano riaperture. SI RIPARTE.. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text]Un saluto da Massimo Longo[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/4″][vc_single_image image=”8427″ qode_css_animation=””][vc_column_text]Sales Manager Italy.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/4″][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Facebook” link=”https://www.facebook.com/massimolongoadvisor/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Linkedin” link=”https://www.linkedin.com/in/massimo-longo-82840a114/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_facebook][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][contact-form-7 id=”4682″ html_class=”default”][/vc_column][/vc_row][vc_column][/vc_column]

Blog

Discoteche e locali chiusi: il settore dell’intrattenimento sempre più a rischio

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] di Massimo Longo [/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text] LE ATTIVITA’ DEL SETTORE INTRATTENIMENTO E SPETTACOLO PIU’ A RISCHIO CHIUSURA [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]Era nell’aria già da qualche giorno ed è arrivata, inesorabile come un pugno in pieno stomaco. L’ordinanza del Governo toglie discrezionalità alle Regione e impone, una volta per tutte, la chiusura obbligatoria delle sale da ballo in tutta Italia. Con la nuova impennata di contagi in corso c’era ovviamente da aspettarselo, ciò non toglie che il settore delle discoteche, già provato dai mancati incassi del recente lock-down, entra così ufficialmente in una dimensione assai critica in cui viene a mancare un’intera stagione lavorativa.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] I giovani sono i nuovi positivi al Covid Fra le aggravanti che hanno contribuito alla chiusura forzata c’è ovviamente il calo dell’età dei nuovi positivi: non più gli anziani, ma i ragazzi, giovani e giovanissimi, che a quanto pare -complice l’estate- si assembrano nelle località turistiche italiane e non, specie nelle ore serali. Da qui un altro nuovo obbligo: mascherina tassativa a partire dalle 18 e fino alle 6 del mattino, insomma negli orari più a rischio della movida.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Un settore profondamente a rischio La notizia della stretta sulle discoteche ha allarmato non poco gli operatori del settore. Si parla orientativamente di una perdita di circa 4 miliardi di euro oltre che di un gran numero di attività sull’orlo della chiusura definitiva. La Silb Fipe – Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da ballo e di spettacolo, è già sul piede di guerra e lamenta il fatto che “La discoteca è un grandioso capro espiatorio”. Dall’altra parte il governo ha già promesso un ristoro per gli operatori, con risorse specifiche per ripianare il danno economico di una mancata estate.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Davvero il problema sono le discoteche? Che le discoteche siano ad alto rischio assembramento non vi è alcun dubbio. Le migliaia di giovani riversati nei luoghi di vacanza -soprattutto al sud Italia-, sommati a tutti quelli che rientrano dalle destinazioni estere, sono veramente un pericoloso veicolo di contagio. Ma l’allentamento delle misure precauzionali è un problema decisamente più generale. Diciamoci la verità: le accortezze prestate a marzo e aprile (mascherina, igienizzante mani, sanificazioni periodiche), sono oggi meno al centro della nostra attenzione. Abbiamo abbassato la guardia e il Coronavirus è tornato a colpire duramente. Discoteche o no, la prevenzione resta la sola ed unica arma che abbiamo e dobbiamo usarla o non torneremo più a divertirci spensierati come abbiamo sempre fatto prima.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text]Un saluto da Massimo Longo[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/4″][vc_single_image image=”8427″ qode_css_animation=””][vc_column_text]Sales Manager Italy.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/4″][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Facebook” link=”https://www.facebook.com/massimolongoadvisor/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Linkedin” link=”https://www.linkedin.com/in/massimo-longo-82840a114/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_facebook][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][contact-form-7 id=”4682″ html_class=”default”][/vc_column][/vc_row][vc_column][/vc_column]

Blog

Dagli effetti speciali alla sanificazione: abbiamo convertito i nostri cannoni!

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] di Massimo Longo [/vc_column_text][vc_column_text] DAGLI EFFETTI SPECIALI ALLA SANIFICAZIONE Da quando è iniziata l’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ci siamo interrogati molto sul ruolo che avremmo potuto ricoprire davanti a questo scenario così inedito e complesso. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]Sfortunatamente ci ritroviamo ad affrontare oggi una pandemia mondiale che richiede la collaborazione di tutti per fronteggiare l’emergenza ma… …come può un’azienda rendersi socialmente utile durante questa crisi? L’emergenza mondiale da Coronavirus ha prepotentemente evidenziato l’inadeguatezza e la mancanza di risorse valide per fronteggiare scenari straordinari come una pandemia. In quest’ottica molte aziende italiane si sono però date da fare per diversificare la propria produzione: come si suol dire la “necessità aguzza l’ingegno”. Così grandi colossi della moda, dell’industria alimentare e automobilistica hanno riorganizzato la propria struttura interna adeguando le infrastrutture tecnologiche ed affinando le modalità operative con lo scopo di produrre presidi medici chirurgici e dispositivi di protezione individuale. Le piccole e medie imprese si sono trovate catapultate senza preavviso in questo nuovo modo di relazionarsi con i propri dipendenti, ma anche con i propri clienti e fornitori, mettendo da parte per un attimo i propri obbiettivi anteponendo la salvaguardia di tutti. Ecco qualche esempio: la Di-bi azienda di Besozzo dedita alla produzione di abbigliamento sportivo ha messo a disposizione il proprio know-how per produrre delle protezioni in grado di bloccare particelle di saliva, convertendo la produzione ed eliminando completamente ulteriori ordini la famiglia Agnelli (FCA) ha convertito gli stabilimenti di Maranello per la produzione di respiratori e ventilatori polmonari da veicolare ai soggetti impegnati nel contrasto al Covid-19 Giorgio Armani ha annunciato la conversione di tutti i suoi stabilimenti nella produzione di camici monouso per gli operatori sanitari Decathlon Italia ha deciso di donare 10mila maschere da snorkeling alle Regioni affinché vengano riutilizzate, con gli adattamenti del caso, come respiratori negli ospedali italiani Bulgari ha annunciato di destinare i suoi laboratori cosmetici per la produzione di 6mila flaconi di disinfettanti mani al giorno [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] L’idea messa in campo da Starlights: cannoni che sanificano gli ambienti [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12451″ img_size=”full” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text] Come avevamo accennato, anche noi ci siamo attivati velocemente per dare un piccolo ma grande contributo in questa situazione così delicata. E dal settore dell’intrattenimento a quello socialmente utile il passo è stato breve: se i nostri cannoni possono stupire e divertire, allora forse possono anche sanificare e proteggere. Dall’ingegno del nostro Project Manager Danny Papa, l’intraprendenza dell’ufficio strategico diretto da Salvatore Papa e la collaborazione con i nostri numerosi partner che hanno reso possibile questo nostro progetto, la parola d’ordine è diventata: adattamento e capacità di rispondere velocemente a dinamiche nuove, con tanta passione e voglia di fare. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Come funziona la conversione [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Nei giorni scorsi abbiamo dedicato i suoi sforzi e l’esperienza acquisita alla progettazione di un nuovo prototipo di cannone, in grado di sanificare ambienti piccoli, medi e grandi, con una tecnologia simile a quella messa in campo per gli effetti speciali. L’innovativo macchinario, frutto di un adeguamento del know-how acquisito nel settore dell’intrattenimento è in uso esclusivo al neonato brand Sanificazione Perfetta e costituisce una soluzione efficace di disinfezione e sanificazione degli ambienti. La progettazione del Tecno Defender 19 – questo il nome del cannone propulsivo che abbiamo creato – adotta i sali quaternali d’ammonio, che l’OSM indica come principio attivo più efficace al contrasto della diffusione del Covid-19. Il macchinario resta in generale valido per la sanificazione e disinfezione di ambienti e macchinari.  Le procedure sono semplici, validate, economiche e soprattutto rispettose dell’ambiente e dell’operatore che lo utilizza in prima persona.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] I 3 MODELLI GIÀ PROTOTIPATI [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_single_image image=”12453″ img_size=”full” alignment=”center” qode_css_animation=””][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text] Allo stato attuale abbiamo già progettato, in tempi record, 3 tipologie di dispositivi: Un modello portatile di piccole dimensioni Una macchina su carrello, facilmente utilizzabile e trasportabile dall’operatore con performance superiori grazie all’effetto “termo nebbiogeno”  Un cannone su autocarro, in grado di operare in modo veloce e sicuro in qualsiasi contesto (es. ambulanze, stanze di degenza ospedaliera, sale operatorie, caserme, centri commerciali, aeroporti, parcheggi e strade). Per questi 3 modelli è già in arrivo una certificazione che attesta l’efficacia del sistema e la totale innocuità per l’operatore, grazie alla consolidata collaborazione da oltre 10 anni con alcuni esperti dell’Università di Salerno. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] GRAZIE ALL’AIUTO DEL BRAND SANIFICAZIONE PERFETTA I NOSTRI MACCHINARI SANIFICHERANNO GRATUITAMENTE  ALCUNE DELLE REALTÀ PIÙ A RISCHIO [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]L’azienda distributrice Sanificazione Perfetta si è attivata in questi giorni per operare in alcuni degli ambienti più critici e maggiormente colpiti dalla pandemia Coronavirus, scegliendo, fra le realtà vicine più in emergenza, i suoi primi destinatari: un Comune e un Ospedale.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] SANIFICAZIONE PERFETTA OFFRE GRATUITAMENTE IL SERVIZIO ANCHE A UN’AZIENDA DEL TERRITORIO: APERTE LE CANDIDATURE [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” z_index=””][vc_column][vc_column_text] Con il supporto di Sanificazione Perfetta possiamo già mettere in campo una sanificazione gratuita per imprese di medie e grandi dimensioni in vista di una prossima riapertura. Dal 3/04/2020 al 10/04/2020 è possibile fare richiesta inviando una mail all’indirizzo: info@sanificazioneperfetta.it specificando il luogo e la metratura oggetto dell’operazione. La selezione dell’azienda sarà effettuata secondo discrezione di Sanificazione Perfetta. Per tutti coloro che fossero interessati al servizio di sanificazione o all’acquisto di

Blog

Che cosa accadrà al mondo degli eventi dopo il coronavirus

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] di Massimo Longo [/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1610445901907{background-color: #000000 !important;}”] CHE COSA ACCADRÀ AL MONDO DEGLI EVENTI DOPO IL CORONAVIRUS [/vc_column_text][vc_column_text css=”.vc_custom_1610445910407{background-color: #000000 !important;}”]Il 2019 è stato un Anno positivo per il settore del turismo, delle fiere specializzate, ma anche per il commercio e il settori degli eventi: si era registrata effettivamente una leggera crescita. In particolare il settore Eventi e Turismo aveva visto un aumento del 7%, tanto che tutti gli operatori del settore erano già già proiettati con grande ottimismo nella programmazione degli Eventi 2020, con un aumento stimato tra il 9% e 11%.[/vc_column_text][vc_row_inner row_type=”row” type=”full_width” text_align=”left” css_animation=””][vc_column_inner][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_column_text css=”.vc_custom_1585253525889{background-color: #000000 !important;}”] Mai potevamo immaginare cosa ci avrebbe riservato il 2020 [/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12375″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1605868196744{background-color: #000000 !important;}”]Data l’improvvisa esplosione del Coronavirus, l’11 marzo 2020 sono state varate nuove restrizioni per tutta l’Italia con un DPCM firmato dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, allo scopo di fronteggiare e frenare il velocissimo contagio del Coronavirus. Così sono stati sospesi tutti gli eventi che comportano assembramenti di persone e per i quali non è possibile immaginare il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Vengono cancellati: congressi, meeting lavorativi, riunioni e tutti gli eventi, inclusi quelli teatrali, ludici, pubblici e privati.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_column_text css=”.vc_custom_1585250566839{background-color: #000000 !important;}”] TUTTA L’ITALIA SI FERMA [/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12377″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1585250592201{background-color: #000000 !important;}”] Le misure applicate dal governo per limitare il contagio erano assolutamente indispensabili, ma con la chiusura immediata di Discoteche, mostre, concerti, musica live ecc., fanno presagire, secondo gli esperti, una perdita in termini di crescita di almeno un anno. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_column_text css=”.vc_custom_1585253957332{background-color: #000000 !important;}”] PARLIAMO DI NUMERI: LA CRISI CHE RISULTERA’ A CAUSA DEL CO-VID 19 [/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12418″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]La Confindustria Cultura ha già stimato perdite per un importo di 5-7 miliardi di euro. Il turismo e gli Eventi, neanche a dirlo, sono fra i settori che ne risentiranno di più. La Expo Event, Associazione di Fiere ed Eventi Svizzera, ha calcolato un danno che supera i 150 milioni. Per l’Assomusica, la musica dal vivo registrerà una perdita non inferiore ai 12,5 milioni di euro. Con la cancellazione di 7400 concerti musicali e teatrali e rinvii del 80% degli eventi, per i professionisti del settore sembra uno scenario da incubo. Un evento che stimava un giro di affari di circa 60 milioni era il Carnevale di Venezia, ma anche questo è stato sospeso in anticipo.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_column_text css=”.vc_custom_1585254502818{background-color: #000000 !important;}”] CERTO, TUTTI ORA CI DICIAMO CHE [/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12419″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]I creativi sono tutti in ginocchio: pensate per esempio a un dj, che deve pagare il mutuo ma non può suonare perché i locali sono chiusi. Quelli che subiranno i danni più gravi sono proprio gli artisti, i tecnici e le compagnie teatrali, il cui contratto rischia di essere rescisso.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_separator type=”transparent”][vc_column_text css=”.vc_custom_1585250714516{background-color: #000000 !important;}”] In una fase come questa bisogna guardare avanti [/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12373″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]Tutto vero: questo è un momento terribile, che però sotto sotto ci sta offrendo una grande opportunità. Ci sta permettendo di capire l’importanza di quel rapporto umano a cui non davamo più valore, “lo stare insieme”, un valore che molto presto verrà riacquistato, e certo avremo paura, ma insieme ne usciremo. Dopo questo isolamento, dopo mesi di contatti esclusivamente digitali, magari per un po’ avremo la nausea da smartphone e la voglia di stare insieme, uscire e respirare anche una nuova aria nelle nostre città dato il crollo dei livelli di inquinamento. In questo momento come non mai bisogna cominciare a pensare alle strategie da attuare quando, finalmente, tutte le attività verranno riaperte e organizzare un grande evento sarà liberatorio per tutti noi, ci porterà gioia e dimostrerà che possiamo stare di nuovo vicini, anche fisicamente.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12378″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”12422″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center” qode_css_animation=””][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”transparent”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]Un saluto da Massimo Longo[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/4″][vc_single_image image=”8427″ qode_css_animation=””][vc_column_text]Sales Manager Italy.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/4″][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Facebook” link=”https://www.facebook.com/massimolongoadvisor/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Linkedin” link=”https://www.linkedin.com/in/massimo-longo-82840a114/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_facebook][/vc_column][vc_column width=”1/2″][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][contact-form-7 id=”4682″ html_class=”default”][/vc_column][/vc_row]

0
    0
    il tuo Carrello
    Il carello è vuotoRitorna allo shop
    WhatsApp chat

    Inviato correttamente

    Error, try again

    Starlights - Macchine per Effetti Speciali will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.