Oggi il made in Italy conviene…

techno-foam-startCon il cambio sfavorevole per L’euro, si disincentiva l’import mentre aumentano le esportazioni e diventa conveniente acquistare prodotti nazionali. Inoltre, il trend dovrebbe essere in risalita non solo quindi grazie alle aziende virtuose che, riescono a lavorare con il mercato globale ma a breve, l’influsso benefico dovrebbe arrivare al tessuto più strutturale e capillare delle PIM (medie e piccole imprese).
 Il vantaggio sarà sicuro oltre che per il mercato del lavoro, anche per i consumatori diretti che, potranno disporre di un numero sempre maggiore di articoli prodotti secondo standard qualitativi (dettati dalle normative CE) in media molto più alti rispetto a quelli di importazione dai paesi dell’aria orientale.

Siamo fiduciosi.

Salvatore Papa

Related Article

Blog

SI APRONO LE PORTE ALLO SPETTACOLO

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] di Massimo Longo [/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text] Il Consiglio dei Ministri approva documento per la ripartenza Protocollo e regole aggiornate, concessi: pranzo, cena e buffet, spazio di almeno 1 metro tra le persone, tutto nel Documento di Economia e Finanza 2021 approvato [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] La ripartenza dopo il lockdown mascherato e dal nome “zona rossa” entrato in vigore da un certo punto in poi per tutta l’Italia nelle ultime settimane, con rare alternanze in zona arancione per poche regioni, sembra essere imminente. Ieri in Parlamento è stata approvato il Testo del Documento di Economia e Finanza 2021 che prevede le regole e i protocolli da osservare per le attività che ritorneranno ad aprire. Nel documento non si parla nello specifico dei matrimoni e ricevimenti collegati a esso, ma indirettamente si potrebbe dedurre che anche le cerimonie potranno riprendere. Nel documento messo a punto dal Consiglio dei Ministri e che dovrebbe essere reso ufficiale a breve, si apprendono tra le altre cose le modalità di riapertura dei ristoranti. Le misure di contenimento di contagio verranno applicate per ogni tipo di struttura ricettiva, anche se collocate all’interno di stabilimenti balneari e nei centri commerciali ad esempio, nonché per l’attività di catering. Verranno consentite aperture sia per il pranzo, che della cena e resteranno tali anche in scenari epidemiologici definiti ad alto rischio, purché integrate con strategie di screening/testing, anche in auto somministrazione. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Nuove misure da osservare [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”15472″ img_size=”large” alignment=”right” qode_css_animation=””][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text] Tra le misure da osservare, troviamo le seguenti: Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C Rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno Adottare misure al fine di evitare assembramenti al di fuori del locale e delle sue pertinenze negli esercizi che somministrano pasti, privilegiare l’accesso tramite prenotazione e mantenere l’elenco dei soggetti che hanno prenotato per un periodo di 14 giorni. È comunque consentito l’accesso, anche in assenza di prenotazioni, qualora gli spazi lo consentano, nel rispetto delle misure di prevenzione previste. In tali attività non possono essere continuativamente presenti all’interno del locale più clienti di quanti siano i posti a sedere. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] In tutti gli esercizi: Disporre i tavoli in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso (estendibile fino a 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio) e di almeno 1 metro di separazione negli ambienti all’aperto (giardini, terrazze, plateatici, dehors), ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale. Detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tali distanze possono essere ridotte solo con barriere fisiche di separazione I clienti dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie in ogni occasione in cui non sono seduti al tavolo favorire la consultazione online del menu tramite soluzioni digitali, oppure predisporre menu in stampa plastificata, e quindi disinfettabile dopo l’uso, oppure cartacei a perdere al termine di ogni servizio al tavolo, assicurare pulizia e disinfezione delle superfici laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici, dehors), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro Concesso il buffet Sarà possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per clienti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie. La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. In particolare, la distribuzione degli alimenti dovrà avvenire con modalità organizzative che evitino la formazione di assembramenti anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali. Dovranno essere altresì valutate idonee misure (es. segnaletica a terra, barriere, ecc.) per garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro durante la fila per l’accesso al buffet. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Cinema e Teatri Nel testo si leggono inoltre le modalità di ripartenza anche per cinema e teatri che dovranno riorganizzare gli spazi per garantire l’accesso in modo ordinato al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Le prime aperture dovrebbe scattare dal 26 aprile e considerato che dall’11 giugno si tornerà allo stadio in occasione della partita Italia-Turchia, tutto fa supporre un graduale ritorno alla normalità. Con il ritorno dei tifosi sugli spalti, dovrebbero ripartire anche concerti e spettacoli dal vivo, con il 25-30% della capienza. Dopo il monitoraggio atteso per oggi, il premier Draghi potrebbe tenere una conferenza in cui darà alcune indicazioni sul piano riaperture. SI RIPARTE.. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text]Un saluto da Massimo Longo[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/4″][vc_single_image image=”8427″ qode_css_animation=””][vc_column_text]Sales Manager Italy.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/4″][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Facebook” link=”https://www.facebook.com/massimolongoadvisor/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Linkedin” link=”https://www.linkedin.com/in/massimo-longo-82840a114/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_facebook][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][contact-form-7 id=”4682″ html_class=”default”][/vc_column][/vc_row][vc_column][/vc_column]

Blog

Discoteche e locali chiusi: il settore dell’intrattenimento sempre più a rischio

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] di Massimo Longo [/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text] LE ATTIVITA’ DEL SETTORE INTRATTENIMENTO E SPETTACOLO PIU’ A RISCHIO CHIUSURA [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]Era nell’aria già da qualche giorno ed è arrivata, inesorabile come un pugno in pieno stomaco. L’ordinanza del Governo toglie discrezionalità alle Regione e impone, una volta per tutte, la chiusura obbligatoria delle sale da ballo in tutta Italia. Con la nuova impennata di contagi in corso c’era ovviamente da aspettarselo, ciò non toglie che il settore delle discoteche, già provato dai mancati incassi del recente lock-down, entra così ufficialmente in una dimensione assai critica in cui viene a mancare un’intera stagione lavorativa.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] I giovani sono i nuovi positivi al Covid Fra le aggravanti che hanno contribuito alla chiusura forzata c’è ovviamente il calo dell’età dei nuovi positivi: non più gli anziani, ma i ragazzi, giovani e giovanissimi, che a quanto pare -complice l’estate- si assembrano nelle località turistiche italiane e non, specie nelle ore serali. Da qui un altro nuovo obbligo: mascherina tassativa a partire dalle 18 e fino alle 6 del mattino, insomma negli orari più a rischio della movida.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Un settore profondamente a rischio La notizia della stretta sulle discoteche ha allarmato non poco gli operatori del settore. Si parla orientativamente di una perdita di circa 4 miliardi di euro oltre che di un gran numero di attività sull’orlo della chiusura definitiva. La Silb Fipe – Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da ballo e di spettacolo, è già sul piede di guerra e lamenta il fatto che “La discoteca è un grandioso capro espiatorio”. Dall’altra parte il governo ha già promesso un ristoro per gli operatori, con risorse specifiche per ripianare il danno economico di una mancata estate.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text] Davvero il problema sono le discoteche? Che le discoteche siano ad alto rischio assembramento non vi è alcun dubbio. Le migliaia di giovani riversati nei luoghi di vacanza -soprattutto al sud Italia-, sommati a tutti quelli che rientrano dalle destinazioni estere, sono veramente un pericoloso veicolo di contagio. Ma l’allentamento delle misure precauzionali è un problema decisamente più generale. Diciamoci la verità: le accortezze prestate a marzo e aprile (mascherina, igienizzante mani, sanificazioni periodiche), sono oggi meno al centro della nostra attenzione. Abbiamo abbassato la guardia e il Coronavirus è tornato a colpire duramente. Discoteche o no, la prevenzione resta la sola ed unica arma che abbiamo e dobbiamo usarla o non torneremo più a divertirci spensierati come abbiamo sempre fatto prima.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_separator type=”normal” color=”#58d0f4″][vc_column_text]Un saluto da Massimo Longo[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”1/4″][vc_single_image image=”8427″ qode_css_animation=””][vc_column_text]Sales Manager Italy.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/4″][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Facebook” link=”https://www.facebook.com/massimolongoadvisor/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][button icon_pack=”font_elegant” fe_icon=”arrow_back” target=”_self” hover_type=”default” text=”Linkedin” link=”https://www.linkedin.com/in/massimo-longo-82840a114/” hover_color=”#ffffff” hover_background_color=”#000000″ hover_border_color=”#ffffff”][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_facebook][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][contact-form-7 id=”4682″ html_class=”default”][/vc_column][/vc_row][vc_column][/vc_column]

0
    0
    il tuo Carrello
    Il carello è vuotoRitorna allo shop
    WhatsApp chat

    Inviato correttamente

    Error, try again

    Starlights - Macchine per Effetti Speciali will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.